Stefano Prina

Scultura Binoculus

€265.00IVA inclusa

Scultura Binoculus

Scultura con materiali di recupero e occhi in resina acrilica

€265.00IVA inclusa
Calcola le spese di spedizione
Binoculus è una piccola e preziosa scultura realizzata da Stefano Prina con materiali di recupero, a cui l’artista applica due occhi in resina acrilica dipinta a mano. La forma riprende i classici binocoli da teatro e li trasporta in una dimensione surreale e fumettistica, sostituendo alle lenti anteriori due occhi di incredibile verosimiglianza. Nasce una sorta di nuova creatura, al contempo buffa ed elegante. È l’estro e l’abilità artigiana di Prina, capace di trasfondere vita nei suoi oggetti d’arte.
Nome
Scultura Binoculus
Tipologia di produzione
Produzione artigianale
Tempi di produzione
7 giorni
Dimensioni

L 10 x H 5 x P 10 cm.

Stile
Contemporaneo
Note

Questo prodotto è un oggetto artistico di riciclo creativo realizzato interamente a mano. Ogni riproduzione commissionata, pur nel rispetto del modello illustrato nelle foto, diventa un pezzo unico e irripetibile, in virtù della natura imprevedibile del materiale di recupero impiegato. Eventuali variazioni, del tutto connaturate alle caratteristiche sostanziali dell’arte del riciclo, saranno in ogni caso documentate da Italie attraverso l’invio di foto dimostrative.

Tra estetica e meccanica... o come guardare con occhio acrilico

Scopri il mondo di
Stefano Prina
Il Brand

Tra estetica e meccanica... o come guardare con occhio acrilico

Altri prodotti del brand
Potrebbero interessarti anche
Il territorio
Milano
Milano
Milano

Milano, la città controversa che si nasconde per essere scoperta… 

Celata dentro ad un riflesso metropolitano che ne fa la capitale dell’alta moda, del design, del lusso e degli affari, in questa frenetica realtà di città colta, moderna e vivace, riesce invece a sorprendere anche per la sua bellezza raffinatamente italiana. 

Uno stupore che pervade gli spazi di un sistema intenso di diversità e suggestioni per cui perdersi nei suoi luoghi è scoprire la grandiosità di un patrimonio...

(Continua)