Studio Galleria Romanelli

Testa in gesso Antinoo

€1,210.00IVA inclusa

Testa in gesso Antinoo

Testa di Antinoo in gesso marmorizzato lavorato a mano

€1,210.00IVA inclusa

La marmorizzazione, o “tecnica del finto marmo”, era in auge fin dall'epoca romana, soprattutto nel primo stile della pittura pompeiana, detto “ad incrostazione”. Oggi gli artisti dello Studio Galleria Romanelli la utilizzano per valorizzare la testa in gesso del giovane Antinoo che, grazie a questa tecnica di decorazione cromatica diviene un pezzo unico.

La figura di Antinoo è all'origine di una serie iconografica di eccezionale ricchezza e varietà, tanto da aver costruito un vero e proprio modello ben noto agli archeologi e riconoscibile anche da parte del più vasto pubblico. Il viso dell’eroe cattura i lineamenti del giovane resi con dettagli sbalorditivi; l’espressione assorta restituisce tutta la regalità di una figura diventata mitica. L’opera, realizzata a mano, fa parte della Collezione Romanelli.

Nome
Testa in gesso Antinoo
Collezione
Collezione Romanelli
Materiali principali
  • Gesso
Tecniche di lavorazione
  • Gesso steso a mano e marmorizzazione effettuata a mano con uovo mescolato a pigmenti
Tipologia di produzione
Produzione artigianale
Tempi di produzione
20 giorni
Dimensioni

L 28 x H 45 x P 24 cm 

Peso

8 kg

Stile
Contemporaneo
Designer
  • Raffaello Romanelli
Note

La riproducibilità di questo prodotto può essere soggetta a lievi variazioni - cromatiche o dimensionali - determinate dalla natura artigianale.

Il Brand

Un gesto lungo due secoli

Altri prodotti del brand
Potrebbero interessarti anche
Il territorio
Firenze
Firenze
Firenze

Firenze e l’altra Firenze

È al centro di un bacino attraversato dall’Arno, è circondata da colli e da luoghi unici come il borgo di Fiesole o la Certosa del Galluzzo, alcuni paesaggi sono come affreschi: c’è quello del Chianti, del Mugello o del Valdarno, ci sono gli antichi castelli, le pievi e le ville. 

Firenze si esprime ancora come la città dei grandi maestri, Giotto, Michelangelo, Brunelleschi, Donatello, Masaccio, Botticelli e Leonar...

(Continua)