Distretti artigianali

Tra le sue meraviglie, tra i suoi tesori e patrimoni mirabilmente rivelati nella bellezza e nell’autenticità di paesaggio e arte, storia e tradizione, l’Italia è ancora una volta terra privilegiata in quel suo essere luogo squisitamente creativo e laddove si perpetua la realtà dell’eccellenza e della manifattura e di quella che dunque è la più celebrata tradizione della “bottega artigiana”: a volte incastonate come pietre preziose nei vicoli di suggestivi borghi storici o affacciate come tesori d’altri tempi nelle principali vie di splendide città d’arte o, ancora, ospitate in luoghi antichi e monumentali, le botteghe artigiane si sublimano spesso nel loro essere caratteristico o nel rinnovato aspetto di atelier e laboratori scelti che portano avanti la grande eredità, il patrimonio e il fascino degli antichi mestieri; è qui che incontri loro, gli artigiani, personalità autentiche e comunemente note come sarti, liutai, gioiellieri, ebanisti, ceramisti, artisti del vetro, dell’argento e del bronzo, tutti creatori di opere e prodotti di elevato valore estetico e comunque ispirato alle forme, ai modelli, ai decori, agli stili e alle tecniche tipiche del patrimonio storico e culturale italico. 

Sono le eccellenze del made in Italy che è possibile riscoprire in un entusiasmante viaggio da Nord a Sud e poi di nuovo da Sud a Nord, tra borghi, città e distretti, nei luoghi italici dove riecheggiano i versi dell’autorialità, dell’eccellenza, dell’esclusività e della qualità e laddove è possibile vivere e riscoprire il valore di tradizioni artigiane tramandate da generazioni con passione e nell’incomparabile bellezza di ciò che, con cura, è fatto a mano.