Trame Siciliane

Ventaglio Muscarolu Tuna

€57.50IVA inclusa

Ventaglio Muscarolu Tuna

Ventaglio in legno di noce

€57.50IVA inclusa

“Lu pisci di lu mari è destinato cu si l’havi a mangiari”, profetica espressione proverbiale in dialetto siciliano, afferma che il raggiungimento degli obiettivi è un tempo scelto dal destino. È anche la grafica con la quale si impreziosisce la trama di Muscarolu Tuna, l’esclusivo ventaglio in legno di noce realizzato e rifinito a mano da Trame Siciliane. Il concept progettuale è definito dal design di Officina 77 che dedica i decori e le grafiche di questo ventaglio al valore della donna coraggiosa e determinata, forte come il tonno (“tuna” in siciliano), nuotatore velocissimo e dotato di inesauribile energia. Il ventaglio Muscarolu Tuna arricchisce la collezione Sicilian Edition, una linea glamour di accessori moda caratterizzata da pregiate incisioni con finitura artigianale.

Nome
Ventaglio Muscarolu Tuna
Categoria
Collezione
Sicilian Edition
Materiali principali
  • Legno
Tecniche di lavorazione
  • Taglio e incisione laser
Tipologia di produzione
Produzione semiartigianale
Tempi di produzione
8 giorni
Dimensioni

L 13.5 x H 18 x P 0.3 cm

Peso

0.025 kg

Stile
Contemporaneo
Designer
  • Officina77
Note

Il prodotto è rifinito ed assemblato a mano

Tra design e territorio, la combinazione creativa perfetta di Trame Siciliane

Scopri il mondo di
Trame Siciliane
Il Brand

Tra design e territorio, la combinazione creativa perfetta di Trame Siciliane

Altri prodotti del brand
Potrebbero interessarti anche
Il territorio
Alcamo
Alcamo
Alcamo

Un territorio generoso. Ce lo offre quella parte di Sicilia occidentale che comprende la provincia di Trapani: siamo al declivio del Monte Bonifato che, con le sue altezze, fa da tetto a questa bella parte dell’isola. Ed Alcamo è qui, come sospeso tra cielo e mare per concedersi tra vedute e luoghi suggestivi; da Punta Raisi al promontorio di Capo San Vito e lungo tutto il Golfo di Castellammare. 

Il suo centro storico è caratterizzato da chiese trecentesche, rinas...

(Continua)